Laboratorio di Barriere Architettoniche

target

Obiettivi

- Sensibilizzazione ai temi dell’inclusione e della tutela dell’autonomia personale
- Valorizzazione della “diversità” come ricchezza e qualità sociale
- Conoscenza del concetto di accessibilità e di "Barriera architettonica"
- Capacità di intercettare i limiti all’autonomia imposti dall’ambiente fisico e culturale urbano e capacità di definire strategie risolutive

work

Metodologia

La metodologia didattica applicata sarà quella della “Partecipazione Collaborativa e Costruttiva” sviluppata attraverso sopralluoghi e lettura delle barriere architettoniche nel contesto urbano di progetto, e attraverso la proposizione d’ipotesi risolutive.


pianostudio

Percorso

Il corso prevede alcune “lezioni frontali” con le quali fornire agli utenti un quadro generale sulle disabilità motorie e sensoriali, le informazioni tecniche dimensionali e alcuni riferimenti normativi inerenti al complesso problema delle “barriere architettoniche”.
Il corso prevede diversi sopralluoghi nel settore urbano di progetto per l’individuazione di eventuali barriere architettoniche per poi elaborare possibili proposte correttive.

strumenti_2

Strumenti e materiali

- Metri, fettucce, fotocamere per i sopralluoghi/rilievi
- Carta, penna, matite, colori, righelli

IL DOCENTE

Arch. Pamela Simione: Laureata alla facoltà di Architettura della Sapienza di Roma con tesi di laurea Architettura 21 (in omaggio ai principi partecipativi dell’Agenda 21) inerente ai temi della partecipazione e della sostenibilità, sociale e ambientale, nella progettazione Urbanistica.
Libera professionista sensibile alle tematiche inclusive e attiva sul territorio con progetti partecipati e condivisi di ricostruzione tridimensionale, recupero e riuso degli edifici dal valore storico attraverso l’applicazione di principi inclusivi e sostenibili.

Hai bisogno di informazioni sui corsi e sui laboratori in partenza?
Compila il form con i tuoi dati.